Comunicato UCG: Ritorno alla didattica in presenza

L’Unione Comitato Genitori Scuole Superiori Bassanesi (UCG) si è riunito giovedì 10 dicembre. Dal confronto è emerso che i genitori degli studenti delle scuole superiori, consapevoli della gravità della pandemia in corso, fin dall’inizio hanno educato i loro figli al rispetto delle regole sul distanziamento e sull’uso delle mascherine.
I genitori ritengono che la scuola, istituzione democratica per eccellenza, deve essere luogo di socialità e di inclusività.
I genitori ritengono che il diritto allo studio sia pienamente tutelato solo con la didattica in presenza.
I genitori auspicano l’effettiva ripresa delle lezioni in presenza il 7 gennaio 2021 come previsto dal DPCM 03.12.2020.
Come osservato dal dr. Agostino Miozzo, coordinatore del Comitato Tecnico Scientifico, la didattica a distanza è uno strumento pedagogico, molto utile in situazioni di emergenza, ma non può essere l’escamotage, la scorciatoia all’incapacità di riorganizzare un percorso scolastico tradizionale compatibile con l’epidemia in corso. La didattica a distanza supplisce ma non basta.
Per quanto riguarda il rientro in presenza i genitori chiedono che, in caso di rientro in percentuale, sia privilegiato, dove possibile, un sistema a rotazione, in cui tutte le classi possano beneficiare dello stesso numero di ore di presenza. Qualora la percentuale di presenza realizzabile sia bassa, i genitori propongono un sistema misto che preveda contemporaneamente presenza in classe e didattica integrata a distanza a rotazione.
Per tutti i genitori è di primaria importanza la “sicurezza” dell’ambiente scolastico e dei trasporti. Uno dei principali ostacoli al ritorno alla didattica in presenza viene identificato con il problema del sovraffollamento dei trasporti pubblici. A tal proposito i genitori chiedono che i piani per la sicurezza nei trasporti coordinati dai Prefetti siano posti in essere senza alcun indugio in modo da consentire il rientro in classe il 7 gennaio. I genitori chiedono che oltre al distanziamento personale sia garantito un adeguato ricambio di aria nei mezzi di trasporto.
L’UCG chiede di partecipare urgentemente al Tavolo trasporti comunale per essere aggiornato su questa spinosa situazione e poter contribuire, grazie all’esperienza maturata negli anni, alla risoluzione di eventuali problemi.
Infine i genitori chiedono, come già fatto durante l’ultimo Tavolo trasporti organizzato dal Comune, controlli da parte delle Autorità competenti anche nelle aree antistanti gli Istituti scolastici dove è più facile che si formino assembramenti all’entrata ed all’uscita da scuola. I genitori chiedono di collaborare tutti insieme per garantire la pienezza del diritto allo studio.